a chi rivolgersi per un sito webA chi rivolgersi? è la domanda ricorrente per chi si approccia a trovare qualcuno che possa offrirgli un servizio degno di questo nome.

La prima cosa più sbagliata che viene chiesto da un cliente è quanto costa un sito web professionale.

La mia esperienza personale mi porta a dire che ci sono due categorie di utenti che si fanno questa domanda.

I primi sanno bene cosa vogliono da un sito internet ed hanno una lunga lista di cosa da chiedere ed i secondi intendono spendere una certa cifra giusto per avere il sito internet che abbia il numero di telefono e qualche altra informazione della propria azienda.

Quello che posso suggerire per chi appartiene alla seconda categoria, è seguire i punti di seguito:

1) Il tuo sito deve potersi vedere su tutti i dispositivi esistenti. Poichè il mercato ci dice che gli acquisti vengono sempre di più effettuati da dispositivi mobili, allora il sito deve potersi adattare alle dimensioni del pc portatile, al telefono cellulare e al tablet.

2) Il sito, una volta consegnato, deve poter essere pronto a successive modifiche, il più semplice possibile per l’utente che non sarà mai un esperto del settore. Quindi, assicurati che possa aggiornare le pagine da solo senza l’intervento di nessun webmaster.

3) Assicurati che il freelance o la software house posizioni le pagine del tuo sito sui motori di ricerca. E’ come se costruissi un palazzo senza avere i servizi essenziali come la luce, il gas o l’acqua. Tale attività avrà un costo accessorio superiore a quanto tu possa ritenere, ma è essenziale per il tuo sito.

4) Se hai necessità di rovolgerti ad un pubblico internazionale, chiedi sempre di avere la versione Inglese del sito. Ciò farà lievitare il prezzo finale del preventivo ma ti eviterà successive scocciature per integrare con altri strumenti ciò che il programmatore può fare.

Quindi, alla domanda inziale A chi rivolgersi, il punto è che cosa voglio ottenere dal sito e a quale pubblico intendo rivolgermi.

Pertanto, il costo del sito non sarà soltanto per avere un contenitore vuoto, ma ricordati che dovrai essere in grado di tenerlo vivo ogni giorno inserendo sempre nuovi contenuti. A meno che tale lavoro non lo vuoi delegare a qualcun’altro e quindi dovrai considerare un costo aggiuntivo.