Torre della Rocchetta

Torre di avvistamento di origine greca

E’ stato pubblicato un nuovo video sul Canale Youtube Amazing Kalabria

E’ stato pubblicato un video di poco più di 5 minuti di Torre della Rocchetta a Briatico sul Canale Youtube Amazing kalabria.

Questo video mostra le bellezze naturali della costa calabrese chiamata Costa degli Dei.

E’ la costa tirrenica della provincia di Vibo valentia che parte dalla marinella di Pizzo Calabro per estendersi fino a Nicotera. E’ una delle più belle coste della regione molto conosciuta all’estero per l’ottima reputazione che si è fatta Tropea.

A lunghe spiagge bianche, si succedono rocce frastagliate creando piccole calette raggiungibili solo a piedi o in barca. Tropea ha un ruolo importantissimo per la sua bellezza paesaggistica che la rende una località ad alta vocazione turistica a livello internazionale, tanto da esser chiamata Perla del Tirreno“. Altra attrattiva è Capo Vaticano, punto di riferimento della realtà turistica vibonese e calabrese.

La Costa degli Dei ha 2 prodotti di origine controllata: la cipolla rossa di tropea e la N’duja

In questo luogo vi sono due specialità tipiche di origine controllata: la prima è la Cipolla Rossa di Tropea che si propaga dal promontorio di Capo Vaticano verso Tropea caratterizzando le colline con lussureggianti orti dall’odore tipico.

La dolcezza della cipolla rossa di Tropea dipende dal particolare microclima, dai terreni sabbiosi che si trovano in prossimità del mare lungo la costa tirrenica.
Tutte le operazioni vengono eseguite a mano dai contadini del posto. Le tecniche di lavorazione della cipolla vengono tramandate da una generazione all’altra.

La cipolla rossa in Calabria viene anche mangiata cruda. Se ne apprezza tutto l’insieme dei suoi sapori perchè è un ingrediente della cucina mediterranea. La cipolla dolce rossa, cruda, è ottima. Provala con le insalate estive di pomodori freschi, olive e origano o per la crostata di cipolle, piatto caratteristico della zona di Tropea.

Il secondo prodotto è la N’duja che ha orgini molto antiche, presumibilmente da ricondurre all’introduzione del peperoncino in italia durante il periodo della dominazione spagnola (XVI sec.). Le prime tracce della produzione di N’duja a Spilinga risalgono alla fine del 700.

La N’duja è il salame spalmabile più famoso d’Italia, il più intrigante grazie alla consistenza cremosa e avvolgente, viene preparato con la carne di maiale, con l’aggiunta del peperoncino piccante calabrese che raddoppia il piacere, il tutto insaccatato nel budello.

Ottimo ingrediente  in cucina o semplicemente da consumare su una fetta di pane abbrustolito accompagnato con una bottiglia di vino corposo.

Se vuoi vedere altri luoghi stupendi della calabria, basta iscriverti al canale youtube di Massimo Iannuzzi, Amazing Kalabria.